Search for content, post, videos

5 alimenti che accelerano il metabolismo

In media potremmo bruciare fra le 1200 e le 1600 kcal anche solo restando a letto tutto il giorno, senza muovere un dito. Ecco spiegato il significato di metabolismo basale. Non si tratta d’altro che dell’energia sufficiente al nostro organismo per  digerire respirare e insomma, restare in vita.

Un quantitativo calorico di questo tipo corrisponde all’incirca a ad una colazione classica con latte, una banana e dei cereali, una manciata di frutta secca, un piatto di pasta al pomodoro e del petto di pollo alla piastra con contorno di verdura condita.

Solitamente però le calorie ingerite con gli alimenti, soprattutto in quelli con elevata densità calorica sono nettamente superiori a quelle del nostro metabolismo basale. Basti pensare che 35 g di cioccolato al latte (6 quadratini circa) corrispondono a 250 kcal o che un biscotto per la colazione come le “Goc***le”  contiene 45 kcal ( 5 biscotti=225 kcal ) . Insomma, è sufficiente una svista per arrivare a 1000,2000, 3000 kcal…

 

Il ruoto dell’alimentazione

Per fortuna però, il nostro dispendio energetico giornaliero non è dato solo dal metabolismo basale, bensì anche dall’energia necessaria a metabolizzare gli alimenti ingeriti durante i pasti e da quella necessaria al movimento fisico (quando e se c’è movimento!).

Se da una parte ci sono una serie di fattori che vincolano il nostro metabolismo come sesso, età e razza, dall’altra è possibile modificare alcune abitudini alimentari per incidere positivamente sul metabolismo generando un picco metabolico.

Esistono infatti, alcuni alimenti che potrebbero stimolare alcune vie metaboliche più di altri. Chiaramente migliore sarà il vostro stile di vita e le vostre abitudini a tavola, maggiori potrebbero essere i benefici che questi 5 alimenti speciali apporteranno al vostro organismo.

1.Spezie pungenti

Cannella, pepe di Cayenna, zenzero e curcuma: pare infatti che il minimo comune denominatore di questi aromi sia proprio il gusto piccante/pungente. Potreste utilizzare la cannella nel latte o sulla frutta, la curcuma per insaporire zuppe e legumi e lo zenzero all’interno di insalate o come sostituto di aglio e cipolla.

Il pepe nero, ed in particolare il chicco macinato va sempre abbinato alla curcuma perchè capace di attivare la curcumina e quindi favorirne l’assorbimento ( del 2000%).

La curcumina invece per essere attivata ha sempre bisogno di questi 3 fattori: pepe nero, calore e un grasso.

 

2. Agrumi amari

Il mio preferito. Adattabile ad ogni momento: per spezzare l’appetito, come spuntino, come spremuta al mattino.

Il pompelmo rosa infatti, pare avere numerose proprietà dimagranti e drenanti. Di rilevanza la presenza di un importante antiossidante al suo interno: il licopene.

Il mio consiglio è quello di non eliminare la parte bianca che lo riveste, responsabile del gusto amaro e attenzione all’interazione con alcuni farmaci.

3. Peperoncino

Alcuni non possono farne a meno, altri invece sono fortemente sensibili. Il potere del peperoncino, ed in particolare della capsaicina contenuta al suo interno si evidenzia immediatamente dopo i primi secondi dall’ingestione. Agisce infatti sulla circolazione di tutto il corpo, simulando la sensazione di forte calore, soprattutto a livello cutaneo ed in particolare sul viso.

Alcuni studi vantano addirittura la possibilità per la capsaicina di andare ad intaccare il grasso corporeo. Anche se d’istinto verrebbe da consumare importanti quantità di questo alimento, il mio consiglio è quello di non consumare più di 15 grammi al giorno. Possibilmente distribuendole durante la giornata. Anche prima della colazione, per dare una sferzata metabolica sin dal risveglio.

 

4. Tre tipi di Tè

Non è assolutamente un gioco di parole, ma una selezione fra una vastità di tipi e qualità di tè.

Il Tè verde, nero e bianco sono i numeri uno. Contengono al loro interno delle sostante antiossidanti chiamate catechine, capaci di stimolare il sistema simpatico e quindi indirettamente agire anche sul metabolismo e quindi sul dimagrimento. Il mio consiglio è di consumare almeno 3-4 tazze di tè verde al giorno, anche come sostitutivo dell’acqua in alcuni momento della giornata.

5. omega 3

L’azione di questi grassi “buoni” è strepitosa e fortemente mirata ad abbassare l’azione della leptina. Questo ormone è responsabile dell’abbassamento del metabolismo e sulla regolazione del senso di sazietà.

Li troviamo nella frutta secca, nel salmone, pesce azzurro, semi di lino, semi di zucca. Il mio consiglio è di consumarli tutti i giorni a colazione e durante i break di metà giornata, facendo comunque attenzione alle quantità. Si parla pur sempre di grassi e quindi di calorie!

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *