Search for content, post, videos

Cosa succede al tuo corpo quando esageri con le abbuffate natalizie

La festa aziendale, la cena con i compagni di squadra, l’aperitivo con gli amici per farsi gli auguri e i pranzi con i parenti; in questo periodo i pretesti per le abbuffate natalizie non mancano.

Sulle tavole imbandite la fanno da padroni cibi molto grassi, spesso fritti e accompagnati da salse o ricchi condimenti, svariati tipi di dolci, il tutto accompagnato (come se non bastasse) da alcolici e bibite zuccherate. Ed ecco che nell’arco di poche ore, si finisce spesso per assumere una quantità di calorie che può avvicinarsi o superare il nostro fabbisogno calorico giornaliero.

Esagerare con il cibo, oltre a rappresentare un attentato  per la nostra linea, può nascondere  altre insidie su cui ci soffermeremo ora.

abbuffate natalizie

Cosa succede al tuo corpo durante le abbuffate natalizie?

Di fronte alla notevole mole di cibo che si ingerisce durante le abbuffate natalizie, il nostro corpo ed in particolare modo organi come stomaco, intestino, fegato e pancreas si trovano a fare gli straordinari. La maggior parte del sangue convoglierà quindi verso il nostro apparato digerente che ne ha bisogno per svolgere al meglio le sue funzioni. Ciò significa che meno sangue, e di consenguenza meno ossigeno e nutrienti, raggiungeranno gli altri organi quali ad esempio cervello e muscoli. Ecco che ci sentiremo un po’ annebbiati (non usatela come scusa per giustificare gli effetti dei bicchieri di troppo!!) e fisicamente fiacchi.

Il senso di sonnolenza che prende il sopravvento appena alzati da tavola durante le abbuffate natalizie è spiegata anche dall’andamento della glicemia (concentrazione di zuccheri nel sangue). Questa raggiunge un picco subito dopo il pasto ma, non appena l’insulina rilasciata dal pancreas inizia ad agire, gli  zuccheri in circolo caleranno progressivamente fino a portare a una condizione fisiologica detta di ipoglicemia reattiva. In tale situazione il glucosio nel sangue raggiunge momentaneamente livelli al di sotto del basale e si ha quindi un calo di energie pronte all’uso che ci farà sentire stanchi e calamitati dal divano.

E il gonfiore?

Altrettanto comune è trovarsi a far i conti durante le abbuffate natalizie con un forte gonfiore addominale.  A tal proposito la colpa può essere dell’aria che si è ingeriti mangiando in modo vorace e quindi frettoloso o del consumo di bevande gassate che tradizionalmente accopagnano queste ricorrenze. Dal momento che ci troviamo a mangiare grosse quantità di cibo a cui il nostro fisico non è abituato, i processi digestivi si allungano e si possono andare a produrre dei gas a causa dei fenomeni fermentativi e putrefattivi  che avvengono nell’intestini. Ecco che ancor di più sentiremo la nostra pancia tesa come un pallone.

Lo stato di gonfiore rischia di non limitarsi a quello addominale post pranzo. Può instaurarsi uno stato di gonfiore generale che permane anche nelle ore e nei giorni successivi. Questo è legato alla ritenzione di acqua dovuta alla grande quantità di zuccheri e di sale che ci si trova ad assumere durante questi pasti.  I primi, il pane, i dolci concorreranno a saturare le nostre scorte di glicogeno che, per sua natura chimica, trattiene acqua. Allo steso modo, anche l’eccesso di sodio che caratterizza tali abbuffate natalizie porterà a una indesiderata ritenzione di liquidi che ci farà vedere ancora più gonfi e appesantiti allo specchio.

Ecco qualche consiglio per affrontare le abbuffate natalizie:

  • mantenete o aumentate (complice il maggior tempo libero dal lavoro) la vostra routine di allenamento.  Non impigritevi troppo davanti ai film di Natale e al caldo delle coperte.  Dopo i super pranzi andate a fare una passeggiata.
  • in vista di una cena “impegnativa”, evitate di costringervi al digiuno nelle ore precedenti. Non farete altro che presentarvi a tavola con gli occhi assetati di calorie e vi butterete a capofitto su qualsiasi cosa senza ritegno. Un po’ come per la spesa, è meglio non affrontarle con la pancia vuota e un’eccessiva fame che non farà altro che togliervi lucidità e autocontrollo.
  •  Mangiate con calma e senza foga. Godetevi la convivialità del momento. Impegnatevi in chiacchiere e risate con amici e parenti così da non focalizzarvi solo sul piacere del cibo.
  • Puntate sulla moderazione. Ascoltate il vostro corpo e la reale sensazione di fame ricordando che il mondo e il buon cibo  non si esauriscono per sempre  una volta alzati da quella tavola!!
  • Cercate di vivere quest feste come un’occasione di relax e non di stress. Riposate, non dimenticando che anche una corretta gestione del sonno ha un’importanza notevole nella nostra salute.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *