Search for content, post, videos

Indice Glicemico: 5 consigli per non ingrassare

Cos’è l’Indice Glicemico?

L’indice glicemico non è altro che la capacità di un alimento composto da carboidrati di innalzare la quantità di zuccheri nel sangue. E’ importante che il quantitativo di zuccheri nel sangue, chiamato glicemia, si mantenga all’interno di un range di valori per garantire al meglio le funzionalità dell’organismo e per non incorrere in patologie.

indice glicemico

Il ruolo degli alimenti

Chiaramente la capacità di spostare l’ago della bilancia da un valore medio ad un valore più alto, dipende principalmente da noi ed in particolare da ciò che mangiamo. E’ proprio per questo che potremmo distinguere:

  • alimenti a basso indice glicemico capaci di mantenere una glicemia costante. Questo garantirà un senso di sazietà costante nel tempo e quindi una probabilità minore di incorrere in abbuffate ed un minor rischio di incorrere in patologie come il diabete. Alcuni alimenti con IG medio- basso: arancia, prugna, limone, pasta di grano al dente, pizza con verdure, cioccolato fondente).
  • alimenti ad alto indice glicemico capaci di innalzare repentinamene la glicemia. Questo tipo di alimenti sono associati oltre che ad una capacità maggiore di accumulare grasso, alla possibilità di svenimenti dovuti principalmente ad un effetto di rimbalzo della glicemia che si innalza e all’improvviso crolla con appunto il verificarsi della sincope. Alcuni alimenti ad alto IG: banana matura, uvetta sultanina, carota cotta, vellutata di zucca, farina 00, pane bianco, riso a cottura veloce, Gatorade, zucchero, miele)

5 consigli per non aumentare l’Indice Glicemico

Avrai letto una dozzina di articoli simili e saprai sicuramente quali sono gli alimenti con un IG alto e magari li avrai anche banditi ( in questo momento una persona su due starà pensando alle carote malefiche, ad esempio). Ecco, io oggi vorrei dirti ciò che non sai:

  • La cottura della pastaFinalmente una buona notizia per gli impazienti in cucina. Esatto! la cottura condiziona l’indice glicemico ed è per questo che più la pasta sarà al dente, minore sarà l’indice glicemico. In ogni caso, occhio alle quantità.
  • Il grado di maturazione della frutta:Nessuno ama la frutta acerba, ma sappiate che maggiore sarà il grado di maturazione della frutta, maggiore sarà l’indice glicemico. Ad esempio la banana che mangi tutte le mattine ha una colorazione scura e leggermente maculata? Indice glicemico maggiore.

indice glicemico

  • La fibra: Lo scrivo in ogni mio articolo. “La fibra fa bene!” Con tutto quello che mangiamo e vista la qualità di molti alimenti, la fibra è un ottimo filtro e cerca in qualche modo di limitare i danni. Per farvi un esempio, una mela intera avrà un indice glicemico nettamente inferiore rispetto ad un estratto di mela in cui la fibra è stata totalmente rimossa.
  • Smettila di mangiare gallette: nonostante possa sembrare un alimento innocuo, le gallette di riso hanno un indice glicemico alto. Chiaramente è importante sempre anche la quantità. A te la scelta.
  • Non basarti solo sull’Indice Glicemico: L’esempio lampante è proprio quello delle carote. La carota bollita è vero, ha un IG molto alto, simile a quello del glucosio. Nonostante questo, è importante anche il quantitativo di carboidrati contenuto nella carota. Purtroppo o per fortuna la carota ha un basso quantitativo di carboidrati e quindi per quanto la glicemia possa aumentare velocemente a causa dell’IG, resterà comunque bassa perchè ha un limite dovuto appunto al quantitativo di carboidrati.

 

Pronto per iniziare? Il miglior modo per iniziare è farlo adesso.

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *